sabato 1 maggio 2010

PNL: SEGNALI DI GRADIMENTO, INTERESSE, RIFLESSIVITA', SCARICHI EMOZIONALI, MOVIMENTI OCULARI, SEGNALI DI RIFIUTO





SEGNALI DI GRADIMENTO

·      IL LINGUINO : Rapida rotazione e esposizione della lingua sulle labbra.
­­__ Rappresenta il massimo segnale di gradimento nei confronti dell’argomento o nei confronti dell’interlocutore.

·      IL LINGUINO INIBITO : il soggetto esprime un linguino e immediatamente dopo richiama le labbra all’interno.
  __  Un vincolo o un problema inibisce la manifestazione completa di gradimento.
        Può essere interpretato come “ vorrei ma non posso/oso”.

·      IL LINGUINO OCCULTO : Pressione della lingua all’interno delle guance.
   __ Indica un elevato livello di gradimento  nei confronti dell’argomento o dell’interlocutore non ancora        completamente espresso.

·      IL BACIO ANALOGICO : Il soggetto esprime inconsapevolmente un bacio arricciando le labbra anche lievemente, indirizzandolo verso nessuno in particolare.
__ L’atto esprime gradimento verso la tematica trattata o verso l’interlocutore.

·      PORTARE LE LABBRA ALL’INTERNO : il soggetto porta le labbra verso l’interno e le mordicchia.
__ Significa che riconosce all’interlocutore un grosso potenziale coinvolgimento emotivo ed inconsciamente lo invita ad approfondire l’argomento.

·      LA SUZIONE DEL POLLICE.
__ Il soggetto che esprime questo gesto comunica inconsciamente alla persona a cui è rivolto, che è stata riconosciuta come referente affettivo materno. E’ un segno di gradimento molto forte e indica un’aspettativa elevata sul piano affettivo da parte del soggetto.

·      PORTARE UN DITO ALLE LABBRA.
__  Il soggetto esprime un elevato coinvolgimento emotivo nei confronti dell’interlocutore o della tematica trattata.

·      GRATTARE SOTTO IL NASO VERTICALMENTE.
__ Il soggetto comunica che la frase, l’argomento o l’interlocutore ha raggiunto un grosso potenziale di gradimento. È  un FEED-PACK molto positivo anche per via del pollice che tocca il mento rilevando aspetti di riflessività che coinvolgono la parte logica del soggetto.

·      SUCCHIARE UN OGGETTO: asta degli occhiali, penna, ecc..
__ Il soggetto esprime riflessività ed intenso gradimento con connotazione sessuale, nei confronti dell’interlocutore o dell’argomento, suggendo un oggetto.

·      AUMENTO DELLA SALIVAZIONE.
__ Il soggetto esprime gradimento  per l’argomento aumentando inconsapevolmente la salivazione. L’atto è percepibile medianti rumori e piccoli schiocchi provenienti dall’interno della bocca.

·      TENERE LA MANO SULLA SPALLA.
__ Il soggetto che esprime questo gesto comunica alla persona a cui è rivolto che è stata riconosciuta come referente affettivo. È un segno di gradimento ed indica un desiderio inconscio di essere abbracciati.



·      ACCAREZZARE LA SPALLA.
__Il soggetto che esprime questo gesto comunica ,alla persona a cui è rivolto, che è stata riconosciuta come referente affettivo. È un segno di gradimento ed indica un desiderio inconscio di essere coccolati.

·      ACCAREZZARSI LA TESTA CON LA MANO SX (spostarsi i capelli all’indietro).
__Il soggetto che si accarezza delicatamente la testa indica una estrema gratificazione nei confronti dell’interlocutore o dell’argomento  con una connotazione affettiva.


·      GRATTARE O MASSAGGIARE L’ORECCHIO SX:  Il soggetto si tocca l’orecchio massaggiandolo con un dito.
__L’atto esprime  pulsioni sessuali represse sull’argomento o nei confronti dell’interlocutore.

·      ACCAREZZARE LA CRAVATTA.
__L’atto esprime gradimento verso l’interlocutore che viene percepito  inconsciamente come referente sessuale.



SEGNALI D’ INTERESSE E RIFLESSIVITA’


·      GRATTARE, MASSAGGIARE O TOCCARE IL NASO LONGITUDINALMENTE: il soggetto tocca, gratta il proprio naso lungo la sua lunghezza.
__Significa che la parola, il discorso o un gesto rappresenta per il soggetto una forte scarica stimolante circa la quale non si sente sicuro.

·      PICCOLO AVVICINAMENTO DEL CAPO: il soggetto  avvicina di qualche millimetro la testa in direzione dell’interlocutore.
__Significa che la parola appena udita dal soggetto è fortemente in relazione ad un suo “valore morale”. Di solito l’atto è seguito da un segno di gradimento o da uno scarico tensionale.

·      MASSAGGIARE O PIZZICARE IL MENTO.
__Il soggetto esprime di essere in fase di riflessività. Normalmente è un gesto collegato al canale auditivo                  ( DIALOGO INTERIORE), il soggetto commenta dentro di sé ciò che sta vedendo e sentendo.

·      GRATTARE, MASSAGGIARE O TOCCARE LA GUANCIA DX.
__Il soggetto comunica che la frase o la tematica espressa lo interessano e invita l’interlocutore a proseguire. Essendo un segnale vicino alle labbra implica gradimento con connotazione affettiva – sessuale nei confronti dell’interlocutore soprattutto se è seguito da un linguino.

·      GRATTARSI IL COLLO.
__Il soggetto che esprime questo gesto comunica che l’argomento espresso dall’interlocutore crea una reazione emotiva di coinvolgimento ed è quindi interessante. Normalmente l’atto è seguito da un segno di gradimento o di rifiuto.

·      CATALESSI DEL BRACCIO DEL FUMATORE.
__Il soggetto è coinvolto dall’argomento e viene “dimenticata” una mano mentre tiene un oggetto (per esempio sigaretta o tazzina). Questo fenomeno indica uno stato di attenzione focalizzata introversa o estroversa.

·      GIOCHERELLARE CON UN OGGETTO TRA LE DITA .( es. penna biro).
__L’atto esprime riflessività ed attenzione focalizzata soprattutto sul canale auditivo.



·      GIOCHERELLARE CON UNA CIOCCA DI CAPELLI.
__ Il soggetto esprime riflessività con una connotazione affettiva inconscia nei confronti dell’interlocutore. Se viene espresso abitualmente dal soggetto, il gesto può essere un segnale di carenze nella sfera affettiva della famiglia d’origine.

·      SOLLEVARE LA PUNTA DEL PIEDE SX.
__ Il soggetto che alza la punta del piede sinistro lasciando il tallone a terra, ci segnala che nell’interazione preferisce lasciare parlare l’interlocutore.
·      SOLLEVARE LA PUNTA DEL PIEDE DX.
   __Il soggetto ci segnala che nell’interazione preferisce parlare lui o che vuole intervenire.

                                                                                                                                                                                                 
SEGNALI DI SCARICO EMOZIONALE


·      LA DEGLUTIZIONE: il soggetto deglutisce, apparentemente, senza ragione.
__ L’atto indica che una parola, una frase o un gesto inducono nel soggetto una elevata carica emozionale che in tal modo viene scaricata.

·      PIZZICARE IL NASO CON LE DITA: il soggetto tocca la punta del naso con due dita.
__Significa che la parola, il discorso o un gesto crea una forte carica di tensione emozionale che è ancora ben  tollerata.

·      RIDERE.
__ Il soggetto che ha riconosciuto nell’interlocutore un referente di gradimento inconscio, se viene caricato di tensione emotiva tende a scaricarla ridendo.

·      LO STROFINAMENTO DELL’OCCHIO SX: il soggetto si strofina l’occhio sx rimandando l’atto di asciugarsi le lacrime.
__ Il gesto indica che l’argomento, la frase o una parola pronunciata dall’interlocutore ha riportato alla mente del soggetto un ricordo triste a causa di grandi fatiche.

·      ACCAREZZARE O MASSAGGIARE LA NUCA.
__ L’atto esprime senso di vulnerabilità ed insicurezza verso l’interlocutore o il contesto.

·      GRATTARE LA TESTA CON LA MANO DX.
__ Il soggetto che compie questo atto comunica uno stato emozionale di tensione per il timore di non essere apprezzato come persona o per un’attività svolta.

·      GRATTARE LA TESTA VICINO ALLA NUCA.
__ Il soggetto comunica che la frase o la tematica espressa (in questo caso che sta esprimendo lui stesso), crea tensione e rappresenta un vero e proprio “grattacapo”.

·      GRATTARE LA FRONTE VICINO ALLA TEMPIA.
__ Il soggetto che compie questo atto comunica che la frase o l’argomento riportano a stati emozionali già vissuti carichi di tensione per fatica intellettuale o fisica, preoccupazione.



·      GRATTARE LA FRONTE.
__ Il soggetto comunica che la frase, la tematica espressa o la domanda posta non gli è ben chiara, inconsciamente sta chiedendo di renderla più chiara.

·      GRATTARE IL SOPRACCIGLIO DX.
__ La persona che comunica o esprime questo gesto comunica un leggero scarico tensionale con connotazioni affettive, dovute al fatto di non aver ben compreso l’argomento o la domanda a causa dell’interlocutore che è stato poco chiaro. Inconsapevolmente sta chiedendo di approfondire la tematica o di spiegare meglio.

·      GRATTARE O MASSAGGIARE L’ANGOLO DELL’OCCHIO.
__ E’ un atto che comunica che il soggetto, nel suo racconto, rimuove particolari legati ad uno stato emozionale di tensione o fatica creati da cause esterne.

·      GRATTARE O MASSAGGIARE L’OCCHIO DX: il soggetto si massaggia l’occhio DX con le dita tese.
__ L’atto indica incomprensione della tematica o dell’ argomento espresso dall’interlocutore, per cause che il soggetto imputa a se stesso.



TUTTI I MOVIMENTI OCULARI


·      GUARDARE IN ALTO A SINISTRA.
__ Il soggetto guarda in alto alla propria sinistra. Ciò indica che sta osservando una immagine mentale di qualcosa visto in precedenza (ricordo visivo). Questo segnale esprime l’accesso all’archivio immagini mentali. In alcune persone avviene spostando gli occhi nella direzione opposta cioè verso destra.

·      GUARDARE ORIZZONTALMENTE A SINISTRA.
__ Il soggetto guarda orizzontalmente alla propria sinistra, ciò indica che sta ascoltando una riproduzione mentale di qualcosa udito in precedenza (ricordo uditivo). Questo segnale esprime l’accesso all’archivio auditivo mentale. In alcune persone avviene spostando gli occhi nella direzione opposta, cioè verso destra.

·      GUARDARE IN BASSO A SINISTRA.
__ Il soggetto guarda in basso, alla propria sinistra, ciò indica che sta parlando a sé stesso (dialogo interiore). Significa che il soggetto sta riflettendo verbalmente fra sé e sé. In alcune persone avviene spostando gli occhi dalla parte opposta, cioè verso destra.

·      GUARDARE IN ALTO A DESTRA.
__ Il soggetto guarda in alto alla propria destra, ciò indica che sta osservando un’immagine mentale costruita (immagine visiva). Il soggetto sta immaginando qualcosa di mai visto o modificando immagini già viste. In alcune persone avviene spostando gli occhi nella direzione opposta cioè verso sinistra.

·      GUARDARE ORIZZONTALMENTE A DESTRA.
__ Il soggetto guarda orizzontalmente alla propria destra, ciò indica che sta ascoltando una creazione mentale di qualche cosa di non udito in precedenza (immaginazione auditiva). Questo segnale esprime l’accesso al simulatore audio mentale. In alcune persone avviene spostando gli occhi nella direzione opposta cioè verso sinistra.

·      GUARDARE IN BASSO A DESTRA.
__ Il soggetto guarda in basso alla sua destra, ciò indica che sta provando una emozione o una sensazione (canale cinestesico). Il soggetto ha accesso alla sede delle sensazioni fisiche ed emozionali. In alcune persone avviene spostando gli occhi  nella direzione opposta, cioè verso sinistra.

·      GUARDARE FISSAMENTE A LUNGO.
__ Il soggetto mantiene lo sguardo fisso sull’interlocutore per un tempo superiore a quattro secondi. È uno stato di forte attenzione focalizzata che rivela grande interesse e disponibilità nei confronti dell’interlocutore. 

TUTTI I SEGNALI DI RIFIUTO

·      PULIRSI IL NASO: il soggetto si tocca il naso pizzicandolo con due dita e strofinandolo orizzontalmente imitando l’atto di pulirlo.
__ Questo segno indica che, inconsciamente, c’è un forte rifiuto nei confronti dell’argomento che ha stimolato tale reazione.

·      SCHIARIRSI LA VOCE ( RASCHIAMENTO): il soggetto dà un piccolo colpo di tosse come per schiarirsi la voce.
__  È un atto che indica rifiuto per l’argomento o forte tensione emotiva negativa riguardo qualche cosa o qualcuno appena citato.

·      ALLONTANAMENTO: il soggetto si allontana dall’interlocutore spostando il busto o anche solo la testa all’indietro.
__ Ciò indica rifiuto per l’argomento o per ciò che è stato richiesto al soggetto.

·      SPINGERE GLI OCCHIALI SUL NASO: il soggetto spinge gli occhiali con un dito come se gli stessero cadendo lungo il naso.
__ È un atto di rifiuto, di stizza, di sdegno o di sospetto rivolto all’interlocutore o alla tematica trattata.

·      TOGLIERE POLVERE, BRICIOLE O PELUCCHI DAGLI ABITI.
__ Segno di rifiuto nei confronti dell’argomento, rappresenta il volersi liberare dagli aspetti problematici ad esso attinenti.

·      SOFFIARE IL FUMO RAPIDAMENTE: il soggetto espira bruscamente il fumo della sigaretta.
__Significa che la parola, il discorso o un gesto è in relazione ad una problematica che crea tensione ed il soggetto rifiuta.

·      ALLENTARE LA CRAVATTA: il soggetto allenta la cravatta passando un dito all’interno del colletto.
__L’atto esprime insofferenza verso l’argomento trattato o verso l’interlocutore che potrebbe aver violato le regole di prossemica avvicinandosi eccessivamente al soggetto.

·      GRATTARE O MASSAGGIARE LA PUNTA DEL NASO: il soggetto strofina il naso orizzontalmente con il dito davanti alle narici.
__ L’atto esprime dubbio verso l’argomento trattato o verso l’interlocutore che potrebbe essere considerato inattendibile.

·      GRATTARE SOTTO IL NASO ORIZZONTALMENTE.
__ Il soggetto comunica che la frase o la tematica espressa presentano aspetti che gradisce ma che non ritiene veri o possibili nel suo caso, come se dicesse: “ mi piacerebbe fosse vero”.

·      RAPIDA INSPIRAZIONE CON IL NASO: il soggetto inspira o espira bruscamente con il naso.
__ Significa che la parola, il discorso o un gesto è in relazione ad una problematica profonda, pertanto il soggetto sente il bisogno di scaricare la tensione.

·      COPRIRSI LA BOCCA CON UNA MANO: il soggetto porta la mano a coprire la bocca.
__ Segnale di riflessività che indica apprezzamento e desiderio di coinvolgimento ma insufficiente fiducia nei confronti dell’interlocutore o della situazione.

APPUNTI INVIATI DA

Giulia Simoncelli 
GRAZIE
 PER IL LAVORO SVOLTO.
Il Linguaggio del Corpo - Segreti della comunicazione non verbale 
DVD

Dettagli

La comunicazione non verbale è considerata dagli studiosi la forma più completa di comunicazione e ad essa viene attribuito addirittura il 55% di tutte le informazioni che ci giungono da un ipotetico colloquio con un nostro interlocutore; molto più di quanto ci perviene dal linguaggio verbale.

È indubbio, quindi, quanto sia importante la conoscenza del linguaggio del corpo e delle sue molteplici applicazioni sociali. Osservare le posizioni e i movimenti del corpo ci aiuta a comprendere meglio le persone, il carattere, lo stato d’animo e inevitabilmente ci porta a migliorare i rapporti con gli altri.

Nel videocorso Il linguaggio del corpo, Andrea Favaretto guida i partecipanti a scoprire i segreti della comunicazione non verbale, comprenderne l’importanza nei rapporti interpersonali e utilizzare movimenti, gestualità e tutto ciò che fa parte del linguaggio corporeo per capire meglio il proprio interlocutore e comunicare più efficacemente.



1 commento:

  1. Buonasera. Cosa vuol dire quando l'interlocutore poggia la mano sulla testa dell'altro oppure gli accarezza i capelli? E la mano sulla spalla ho letto qui che è visto come referente affettivo quindi in positivo, ma su altri siti c'è scritto che l'interlocutore vuole comunicare superiorità nei confronti dell'altro. E' così?

    RispondiElimina